Le intensità mostrate (pallini sulla mappa) sono determinate considerando tutte le segnalazioni pervenute da ogni comune. I dati raccolti vengono sottoposti ad un filtro automatico di tipo statistico, ma non sono verificati singolarmente. In particolare le intensità maggiori o uguali al VI grado della scala Mercalli necessitano della verifica sul posto da parte di personale specializzato. L'INGV declina ogni responsabilità da un uso improprio delle informazioni fornite in questo sito.
Dati evento
Data e ora locale: 09 apr 2012 01:39:16
Coordinate Epicentrali
  • Latitudine: 43° 7' 59"
  • Longitudine: 13° 27' 47"
Zona: Zona Ascoli Piceno
Magnitudo Richter: 3.1
Profondità: 18.8 Km
Questionari: 239 utilizzati per elaborare la mappa, su un totale di 256
Indice dei contenuti
Mappa MCS
Mappa MCS La mappa del risentimento sismico in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg) mostra la distribuzione degli effetti del terremoto sul territorio. La mappa contiene una legenda (sulla destra). Con la stella in colore viola viene indicato l'epicentro strumentale del terremoto, i cerchi colorati si riferiscono alle intensità associate ad ogni comune. Nella didascalia in alto sono indicate le caratteristiche del terremoto: data, magnitudo (ML) profondità (Prof) e ora locale. Viene inoltre indicato il numero dei questionari elaborati per ottenere la mappa stessa.
Scala MCS
1-2 Impercettibile o Molto leggero
3 Leggero
4 Moderato
5 Abbastanza forte
6 Forte
7 Molto forte
>7 Rovinoso
Vai all'inizio della pagina Mappa MCS riferita ai limiti comunali
Mappa MCS riferita ai limiti comunali La mappa del risentimento sismico in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg), riferita ai limiti comunali, mostra la distribuzione degli effetti del terremoto sull’intero territorio comunale. La mappa contiene una legenda (sulla destra). Con la stella in colore viola viene indicato l'epicentro strumentale del terremoto, i colori si riferiscono alle intensità associate ad ogni comune: le intensità sono distinte in valori calcolati utilizzando fino a cinque questionari (colori leggeri), e quelli ottenuti utilizzando un numero di questionari maggiore di cinque (colori più forti). Nella didascalia in alto sono indicate le caratteristiche del terremoto: data, magnitudo (ML) profondità (Prof) e ora locale. Viene inoltre indicato il numero dei questionari elaborati per ottenere la mappa stessa.
Scala MCS
1-2 1-2 Impercettibile o Molto leggero
3 3 Leggero
4 4 Moderato
5 5 Abbastanza forte
6 6 Forte
7 7 Molto forte
>7 >7 Rovinoso
1-5 >5 Numero Segnalazioni
Vai all'inizio della pagina
Dati MCS in formato ASCIIScarica dati in formato ASCII Le caratteristiche dei punti, visualizzati sulla mappa del risentimento sismico, sono riportati in formato ASCII. Ogni punto si riferisce ad un comune, di cui vengono indicate le coordinate (Lon = longitudine, Lat = latitudine), l’intensità macrosismica stimata in gradi delle scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg), il numero di segnalazioni ossia il numero di questionari utilizzati per la stima dell’intensità per quel punto ed il nome del comune stesso. I comuni per i quali è pervenuto un maggior numero di segnalazioni sono quelli che hanno l'intensità macrosismica più attendibile, perchè derivante dalle osservazioni di più persone.
Vai all'inizio della pagina
Dati MCS in formato Google EarthScarica i dati in formato Google Earth Mappa del risentimento sismico in gradi delle scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg) in formato .kml. E’ leggibile con il programma Google Earth e permette di fare ingrandimenti e riduzioni risolvendo i problemi legati alla scala della rappresentazione grafica (http://earth.google.it/). La stella viola presente sulla mappa indica l'epicentro (cliccando sulla stella si visualizzano le caratteristiche del terremoto), i punti indicano i comuni da cui sono pervenute le segnalazioni, il colore dei punti si riferisce all'intensità macrosismica in scala MCS ad essi associata (cliccando su ogni punto si ottengono informazioni riguardanti il numero di segnalazioni pervenute e l'intensità macrosismica calcolata su quel punto). Tutte le informazioni sono riassunte nella didascalia in alto a sinistra.
Vai all'inizio della pagina Mappa EMS
Mappa EMS La mappa del risentimento sismico in scala EMS (European Macroseismic Scale) mostra la distribuzione degli effetti del terremoto sul territorio. Con la stella in colore viola viene indicato l'epicentro strumentale del terremoto, i cerchi colorati si riferiscono alle intensità associate ad ogni comune. Nella didascalia in alto sono indicate le caratteristiche del terremoto: data, magnitudo (ML) profondità (Prof) e ora locale. Viene inoltre indicato il numero dei questionari elaborati per ottenere la mappa stessa.
Scala EMS
1-2 Not or scarcely felt
3 Weak
4 Largely observed
5 Strong
6 Slightly damaging
7 Damaging
>7 Heavily damaging
Vai all'inizio della pagina Mappa EMS riferita ai limiti comunali
Mappa EMS riferita ai limiti comunali La mappa del risentimento sismico in scala EMS (European Macroseismic Scale), riferita ai limiti comunali, mostra la distribuzione degli effetti del terremoto sull’intero territorio comunale. La mappa contiene una legenda (sulla destra). Con la stella in colore viola viene indicato l'epicentro strumentale del terremoto, i colori si riferiscono alle intensità associate ad ogni comune: le intensità sono distinte in valori calcolati utilizzando fino a cinque questionari (colori leggeri), e quelli ottenuti utilizzando un numero di questionari maggiore di cinque (colori più forti). Nella didascalia in alto sono indicate le caratteristiche del terremoto: data, magnitudo (ML) profondità (Prof) e ora locale. Viene inoltre indicato il numero dei questionari elaborati per ottenere la mappa stessa.
Scala EMS
1-2 1-2 Not or scarcely felt
3 3 Weak
4 4 Largely observed
5 5 Strong
6 6 Slightly damaging
7 7 Damaging
>7 >7 Heavily damaging
1-5 >5 Numero Segnalazioni
Vai all'inizio della pagina
Dati EMS in formato ASCIIScarica dati in formato ASCII Le caratteristiche dei punti, visualizzati sulla mappa del risentimento sismico, sono riportati in formato ASCII. Ogni punto si riferisce ad un comune, di cui vengono indicate le coordinate (Lon = longitudine, Lat = latitudine), l’intensità macrosismica stimata in gradi delle scala EMS (European Macroseismic Scale), il numero di segnalazioni ossia il numero di questionari utilizzati per la stima dell’intensità per quel punto ed il nome del comune stesso. I comuni per i quali è pervenuto un maggior numero di segnalazioni sono quelli che hanno l'intensità macrosismica più attendibile, perchè derivante dalle osservazioni di più persone.
Dati EMS in formato Google EarthScarica i dati EMS in formato Google Earth Mappa del risentimento sismico in gradi delle scala EMS (European Macroseismic Scale) in formato .kml. E’ leggibile con il programma Google Earth e permette di fare ingrandimenti e riduzioni risolvendo i problemi legati alla scala della rappresentazione grafica (http://earth.google.it/). La stella viola presente sulla mappa indica l'epicentro (cliccando sulla stella si visualizzano le caratteristiche del terremoto), i punti indicano i comuni da cui sono pervenute le segnalazioni, il colore dei punti si riferisce all'intensità macrosismica in scala EMS ad essi associata (cliccando su ogni punto si ottengono informazioni riguardanti il numero di segnalazioni pervenute e l'intensità macrosismica calcolata su quel punto). Tutte le informazioni sono riassunte nella didascalia in alto a sinistra.
Vai all'inizio della pagina Mappa Effetto acustico
Mappa Effetto sismico La mappa dell'effetto acustico o rombo sismico mostra la distribuzione di questo fenomeno sul territorio. La mappa contiene una legenda (sulla destra): con la stella in colore viola viene indicato l'epicentro strumentale del terremoto, i cerchi colorati mostrano come è stato percepito il rombo durante il sisma (avvertito, avvertito da alcuni e non avvertito). Nella didascalia in alto, nella mappa, sono indicate le caratteristiche del terremoto: data, magnitudo (ML) profondità (Prof) e ora locale. Viene inoltre indicato il numero dei questionari utilizzati per ottenere la mappa stessa.
Legenda Effetto Acustico
Avvertito
Avvertito da alcuni
Non avvertito
Vai all'inizio della pagina Mappa Effetto acustico riferita ai limiti comunali
Mappa Effetto acustico riferita ai limiti comunali La mappa dell'effetto acustico, o rombo sismico, riferita ai limiti comunali, mostra la distribuzione di questo fenomeno sul territorio. La mappa contiene una legenda (sulla destra): con la stella in colore viola viene indicato l'epicentro strumentale del terremoto, i colori mostrano come è stato percepito il rombo durante il sisma (avvertito, avvertito da alcuni e non avvertito). I colori delle percezioni sono distinti per valori calcolati utilizzando fino a cinque questionari (colori leggeri), e quelli ottenuti utilizzando un numero di questionari maggiore di cinque (colori più forti). Nella didascalia in alto, nella mappa, sono indicate le caratteristiche del terremoto: data, magnitudo (ML) profondità (Prof) e ora locale.
Legenda Effetto Acustico
Avvertito
Avvertito da alcuni
Non avvertito
1-5 >5 Numero Segnalazioni
Vai all'inizio della pagina
Dati Effetto Acustico in formato ASCIIScarica dati dell'Effetto Acustico in formato ASCII Le caratteristiche dei punti, visualizzati sulla mappa del risentimento sismico, sono riportati in formato ASCII. Ogni punto si riferisce ad un comune, di cui vengono indicate le coordinate (Lon = longitudine, Lat = latitudine), la percentuale di questionari che riportano l’effetto acustico rispetto al totale in quel determinato comune, il numero di segnalazioni ed il nome del comune stesso.
Dati Effetto Acustico in formato Google EarthScarica i dati dell'Effetto Acustico in formato Google Earth Mappa dell’effetto acustico in formato .kml. E’ leggibile con il programma Google Earth e permette di fare ingrandimenti e riduzioni risolvendo i problemi legati alla scala della rappresentazione grafica (http://earth.google.it/). La stella viola presente sulla mappa indica l'epicentro strumentale (cliccando sulla stella si visualizzano le caratteristiche del terremoto),i cerchi colorati mostrano come è stato percepito il rombo durante il sisma (avvertito, avvertito da alcuni o non avvertito). Cliccando su ogni punto si ottengono informazioni riguardanti la percentuale di questionari che riportano l’effetto acustico rispetto al totale, il numero di segnalazioni. Tutte le informazioni sono riassunte nella didascalia in alto a sinistra.
Vai all'inizio della pagina Grafico attenuazione
Grafico attenuazione Il grafico dell’attenuazione mostra l’andamento delle intensità macrosismiche riferite ad un certo comune, rispetto alla distanza di quest’ultimo dall’epicentro. Normalmente l’intensità macrosismica diminuisce con l’aumentare della distanza dall’epicentro fino a raggiungere una distanza oltre la quale nessuno ha avvertito gli effetti del terremoto. Più la magnitudo del terremoto è elevata, maggiore sarà questa distanza. Rispetto a questa generale diminuzione ci sono molte variazioni locali che rendono il grafico come una nuvola di punti che tende ad abbassarsi all’aumentare della distanza dal terremoto. Queste variazioni dipendono da molti fattori imputabili al terremoto, alle strutture geologiche presenti nella crosta e attraversate dalle onde sismiche, al tipo di suoli su cui sono ubicate le abitazioni, alla qualità degli edifici stessi. È molto importante studiare l’attenuazione dell’intensità macrosismica perchè permette di prevedere quali saranno gli effetti di un determinato terremoto sul territorio. Nel grafico sono mostrate le intensità calcolate per i comuni come cerchietti rossi, le linee verdi mostrano la media delle intensità calcolate ogni 10 km (linea grande) e la variazione dalla media (più e meno una deviazione standard, linee piccole).
Vai all'inizio della pagina Numero questionari compilati per Comune
Numero questionari compilati per Comune Nel grafico è riportato il numero delle segnalazioni (questionari compilati) ricevute per ogni comune, in ordine decrescente. I valori, per ogni centro abitato, dipendono da diversi fattori: numero di abitanti del comune, diffusione delle connessioni alla rete Internet, magnitudo del terremoto e distanza dall’epicentro. Quando da un comune si riceve un numero consistente di questionari compilati, la stima dell’intensità macrosismica è più affidabile. Con molte informazioni gli eventuali errori tendono a compensarsi, rendendo la stima più stabile, ciò dipende da motivi di carattere statistico.
Vai all'inizio della pagina Numero questionari compilati entro la prima ora
Numero questionari compilati la prima ora Il numero di questionari compilati nei minuti, ore e giorni successivi ad un evento sismico riflette l’interesse dei cittadini a fornire e ricevere le informazioni sul terremoto. In termini assoluti maggiore è la magnitudo più alto sarà il numero di questionari. Nel tempo il numero relativo di compilazioni segue uno schema tipico: immediatamente dopo il terremoto c’è un rapido incremento delle adesioni, dopo il raggiungimento del picco, il numero tende a diminuire nelle ore successive. A questo schema si sovrappone un andamento dettato dal ritmo giornaliero: a meno che il terremoto non avvenga nelle ore notturne, il numero di questionari compilati ha un suo minimo nelle ore notturne (tra le 2.00 e le 5:00). I giorni successivi mostrano un andamento che raggiunge il massimo nelle ore centrali del giorno.
Vai all'inizio della pagina Numero questionari compilati entro il primo giorno
Numero questionari compilati il primo giorno
Vai all'inizio della pagina Numero questionari compilati entro la prima settimana
Numero questionari compilati entro la prima settimana
Vai all'inizio della pagina Limite dell’area di invio delle e-mail ai corrispondenti fissi (Info-Terremoti)
Comuni coperti dal Servizio Info-Terremoti Iscrivendosi al nostro Servizio Info-Terremoti si è informati in tempo reale, tramite e-mail, dell’attività sismica nella propria zona e si diventa nostro corrispondente fisso. Immediatamente dopo un terremoto, la rete sismica nazionale dell’INGV ne calcola i parametri essenziali (localizzazione, magnitudo, profondità). Con questi parametri definiamo un’area che comprende i comuni che possono essere interessati dagli effetti del terremoto più una fascia esterna che comprende i comuni che non hanno avvertito effetti, ma che sono contigui all’area di risentimento del terremoto e servono a delimitarla: per questo è importante ricevere questionari anche da chi non ha avvertito effetti. Nella mappa sono evidenziati i comuni che ricadono nell’area entro la quale sono state spedite le e-mail ai nostri corrispondenti. A tutti i corrispondenti fissi, che risiedono nell’area interessata, subito dopo il verificarsi di un determinato terremoto, viene spedita una e-mail in cui si forniscono i parametri del terremoto stesso. In quest’ultima è riportato un link che porta ad un questionario pre-compilato con i dati dell’iscritto e dell’evento, in modo da essere facilmente e velocemente compilato. Se hai sentito gli effetti del terremoto, oppure il tuo comune è evidenziato nella mappa, ti preghiamo di compilare il questionario e, se non sei ancora iscritto, ti invitiamo a far parte del nostro gruppo dei corrispondenti fissi.
Vai all'inizio della pagina